NOI ancora in un mercato toro: RBC Wealth Management

0
39

Stati UNITI azioni sono ancora in un mercato toro, nonostante la volatilità attualmente afferrare l’attenzione globale, Alan Robinson, global portfolio manager presso RBC Wealth Management, ha detto a CNBC.

“Noi pensiamo che nel mezzo di un mercato toro di espansione per le scorte. Mercati toro non muoiono di vecchiaia, si muore per eccesso speculativo e direi che siamo lontani da quel livello, al momento,” Robinson ha detto CNBC Squawk Box.

Il gestore patrimoniale citato l’indice S&P 500 è chiudere al di sopra di 1.920 mercoledì come un particolare segno positivo, perché mettere il punto di riferimento degli stati UNITI indice di un rapporto prezzo / utili (P/E) più di circa 16 volte prossimi 12 mesi le entrate, che sono previsti per essere circa $120. L’S&P conclusa mercoledì + 8,53 punti, o lo 0,44 per cento, a 1929.80 dopo una brusca inversione intraday da 1 per cento-plus perdite.

“Ci dà una certa sicurezza che siamo in grado di ottenere una significativa espansione [valutazioni] entro la fine dell’anno, sia da un aumento della P/E multipli come torna la fiducia nel mercato con questo il fine corsa del prezzo del petrolio,” Robinson ha detto.

Banche a prendere colpito da fading speranze di rialzo dei tassi

In commercio degli stati UNITI il mercoledì, il WTI recuperato da un forte durante la notte declino per risolvere i 28 centesimi, o a 0,88 per cento, a $32.15 un barile.

Il recupero è stato alimentato dal Dipartimento per l’Energia del settimanale grezzo dei dati di inventario, che ha mostrato di barili di petrolio degli stati UNITI sono aumentate del 3,5 milioni di euro, circa la metà di quello che l’American Petroleum Institute ha segnalato in ritardo martedì, suggerendo una tregua il mantenimento di un eccesso di offerta.

Greggio AMERICANO futures del petrolio era sceso di martedì, dopo Arabia Ministro del Petrolio Ali al-Naimi ha detto che la produzione di tagli che non sarebbe successo, anche se i produttori progettato per raggiungere in Marzo a negoziare un’uscita di congelamento.

Ma RBC Wealth, che ha circa 777 miliardi di dollari Canadesi ($566.53 miliardi di euro) in gestione, avverte che non ci sarà un grande raduno in stock.

“Non credo che arriveremo al 50 per cento per sottogruppi di lavoro, vorrei essere chiaro su questo,” Robinson ha detto. “Ma penso che un aumento a] 18 P/E non è irragionevole”.

L’investitore è particolarmente bullish sulle prospettive per uno sconfitto settore: banche degli stati UNITI.

L’olio non sta andando via come mal di testa per le grandi banche

L’S&P 500 indice del Settore Finanziario è una riduzione del 12,5 per cento finora quest’anno, in quanto le azioni del settore venduto in dissolvenza le aspettative per ulteriori Federal Reserve rialzi dei tassi di interesse e le preoccupazioni crescono sull’esposizione delle banche al duramente colpito di petrolio e di gas del settore.

Ma Robinson si aspetta che i tassi più bassi per di più potrebbero beneficiare le banche degli stati UNITI tramite un aumento dei margini d’interesse netti, che è la differenza tra banche interessi attivi da crediti e gli interessi che si devono pagare per i fondi, come i depositi.

“Questo porterà a un po’ più di inflazione più in basso la linea,” ha detto. “Pensiamo che i tassi più bassi per più a lungo, più l’aumento della minaccia di un aumento dell’inflazione a causa di innalzarsi della curva dei rendimenti e miglioramento dei margini d’interesse netti.”

Seguire CNBC International su Twitter e Facebook.

—Da CNBC.Com’s Leslie Shaffer; lei Seguire su Twitter @LeslieShaffer1