I grandi soldi è di scommettere contro l’Arabia Saudita

0
78

L’arabia Saudita non ha un aspetto così potente ora che i prezzi del petrolio sono seduti a 30 dollari al barile.

Saudita il mercato azionario sta affondando, la sua montagna di olio di cassa è in calo e ora almeno una elite degli investitori sta scommettendo contro la valuta del paese.

Il miliardario Bill Ackman ha detto agli investitori questa settimana il suo hedge fund ha acquistato opzioni che pagare se il Riyal di qatari perde di valore. Ackman è Pershing Square ha già fatto un modesto profitto dal commercio. Ha detto che serve a lui così come una copertura contro l’olio selloff.

Ackman ha sottolineato “la crescente pressione” su di qatari e messo in discussione la saggezza dell’Arabia Saudita, la spesa di centinaia di miliardi di dollari per proteggere la moneta del peg al dollaro STATUNITENSE.

Il miliardario è parte di un crescente coro di investitori che stanno speculando che la caduta dei prezzi del petrolio può forzare l’Arabia Saudita per rompere il dollaro peg.

“I prezzi del petrolio in violazione di 12 anni bassi, Arabia Saudita sarà tentato di depeg che il tasso di cambio del dollaro U. S,” Meredith Persico, un analista di ricerca presso money manager R-Squared Macro di Gestione, ha scritto in un recente client di nota.

Correlati: l’Arabia Saudita potrebbe a corto di contanti in cinque anni

Sarà l’Arabia Saudita fosso del dollaro peg?

Questo perché la svalutazione del qatari potrebbe fornire una spinta immediata in Arabia Saudita il calo dei ricavi, il 75% dei quali generati dal petrolio. Ogni barile di petrolio, che è il prezzo in dollari americani, dovrebbe portare in tempi relativamente più entrate. Cadere il peg con il dollaro potrebbe anche risparmiare in Arabia Saudita da spendere pesantemente per difendere la propria valuta.

La speculazione circa la qatari ha ottenuto così intenso che la banca centrale Saudita recentemente ha ordinato alle banche di limitare i commercianti capacità di scommettere contro la valuta, sospendendo la vendita di alcuni contratti di opzioni, Bloomberg News ha riferito.

Nonostante la pressione, l’Arabia Saudita ha sempre detto che manterrà il dollaro peg. Molti osservatori concordano, precisando che il link è stato una fonte di sicurezza economica per il regno negli ultimi 30 anni.

“Continuiamo a pensare che la svalutazione sarà utilizzato solo come ultima risorsa, Jason Tuvey, Medio Oriente, economista di Capital Economics, ha scritto in un rapporto del client.

R-Squared del Persico ha avvertito che la svalutazione del qatari potrebbe “esacerbare percepito la stabilità economica”, causare un’inflazione di spike e innescare un “effetto domino” di simili mosse dai vicini paesi del Golfo.

Correlati: Arabia Saudita facce ‘economica bomba’

Arabia stock di immersione, il costo per assicurare il debito picchi

C’è crescente evidenza che la pressione finanziaria su Arabia Saudita, al di fuori del mondo di valuta.

Il regno di borsa aperto per molto clamore la scorsa estate per le istituzioni finanziarie che hanno avuto almeno 5 miliardi di dollari di asset in gestione.

Ma l’Arabia Saudita benchmark indice Tadawul ha immerso 18% nel 2016 e del 34% rispetto allo scorso anno.

“Gli investitori sono shying lontano dal mercato,” ha detto Michael Daoud, vice presidente di Africa/Medio Oriente titoli di capitale a Auerbach Grayson, un broker dealer concentrato emergenti e di frontiera mercati.

Correlati: Perché si dovrebbe preoccuparsi di petrolio a basso costo

Gli investitori sono anche in crescita nervoso per la salute dell’Arabia Saudita di bilancio. Il regno recentemente divulgato un deficit di bilancio di circa $100 miliardi nel 2015 e Standard & Poor’s ha declassato il rating di credito verso la fine di ottobre.

Che spiega perché il costo per assicurare i cinque anni dell’Arabia debito è salito del 26% rispetto al mese passato, secondo FactSet Research.

“Questo trend continueranno senza dubbio dato al paese attuale precaria situazione di bilancio che non mostra segni di ripristino, dato olio decennio bassi livelli,” Simon Colvin, analista di ricerca presso Markit ha scritto in un recente rapporto.

L’arabia Saudita è stato costretto a tagliare la spesa del 14% a migliorare la sua situazione fiscale. Che prevedeva il taglio costoso vantaggi che offre a cittadini, risultante in un 50% di escursione dei prezzi del gas. Tutto questo sta sollevando preoccupazioni per la minaccia di disordini sociali che potrebbe destabilizzare ulteriormente la situazione in Medio Oriente.

“Bassi i prezzi del petrolio potrebbe rendere impossibile per i Sauditi per mantenere il proprio paese stabile, molto meno il resto della regione”, dice Brad McMillan, chief investment officer presso Commonwealth Financial Network.

CNNMoney (New York) Prima pubblicazione 27 gennaio 2016: 12:32 PM ET